domenica 26 ottobre 2014

Crisi generale e crisi dell’Eurozona Conferenza Milano



La rivista e il sito web Countdown organizzano
una conferenza-discussione:

Crisi generale e crisi dell’Eurozona:
cause, conseguenze, prospettive


Venerdi 28 Novembre 2014 ore 18.00
Libreria Odradek
via Principe Eugenio, 28. Milano
[tram 12, 14; bus 43, 57, 78]

Per contatti e informazioni
cdownjournal@gmail.com

domenica 12 ottobre 2014

dove è la ripresa economica?

DOV’È LA RIPRESA ECONOMICA?
MICHAEL ROBERTS
2014

L'INESISTENTE RIPRESA ECONOMICA USA

L'INESISTENTE RIPRESA ECONOMICA USA
DI PAUL CRAIG ROBERTS
counterpunch.org
I resoconti sulla povertà contraddicono i proclami sul PIL
È affascinante come il governo riesca a continuare a spacciare Ponti di Brooklin a un pubblico boccalone. Gli Statunitensi si bevono guerre di cui non hanno bisogno e inesistenti riprese economiche.
Il miglior investimento negli USA è un fondo ad alta leva finanziaria che investe solo in un grandi aziende di capitali che si stanno comprando le loro stesse azioni. Molte di queste insegne stanno prendendo prestiti per alzare le loro quotazioni, per i “bonus di performance” dei manager e per il guadagni degli azionisti. Il debito contratto dovrà essere sopperito da guadagni futuri. Questa non è una rappresentazione del capitalismo che guida l’economia grazie agli investimenti.


Non sono nemmeno i consumatori a guidarla. Il report sul reddito e la povertà redatto dal Bureau del Censimento USA nel 2013 afferma che in quell’anno il reddito reale medio di una famiglia è stato dell’8% inferiore rispetto al 2007, l’anno precedente alla recessione del 2008, ritornando al livello del 1994: due decadi fa! Anche se il reddito reale delle famiglie non è tornato ai livelli di prima della recessione ed è tornato al livello di 20 anni prima, il governo e la stampa finanziaria sostengono che l’economia è in ripresa dal giugno 2009.

mercoledì 3 settembre 2014

La putenza dell'ignuranza


 La putenza dell'ignuranza
Paolo Giussani, 2014



Come amava dire il buon Abatantuono, quando ancora era un comico serio, : "la maestranza è putente, anche la prufessuranza è putente...ma come l'ignuranza nessuno è così putente!"

Qualche giorno fa alcune anime belle stazionanti in vari blog di sinistra, ultrasinistra o cosa sia non importa, si sono accorte di un "sensazionale" articolo di Martin Wolf apparso sul Financial Times del 24 Aprile
e immediatamente ripreso con grandi laudi dall'immancabile Luciano Gallino (vedi allegato). In questi due pezzi i baldi articolisti, come la famosa bella addormentata risvegliatisi evidentemente da un sonno plurisecolare, sono venuti inopitamente a sapere che le "banche possono creare denaro dal nulla" e all'istante
hanno decisono di attaccare questo "assurdo potere bancario" come fonte di tutti i guai presenti e futuri
del capitalismo mondiale. A svariate belle anime nostraline non è ovviamente parso vero poterli riecheggiare
nella loro meravigliosa ed eroica guerra contro il mostro finanzario che tutti ci divora.

Countdown n.1, studi sulla crisi

COUNTDOWN n.1
studi sulla crisi
2014

Il fatto che da molto tempo non esista più alcuna opposizione, tanto in pratica
quanto nella teoria, e che la gran parte dei cosiddetti intellettuali sia entrata definitivamente
nella benemerita categoria dei servi, è qualcosa di assolutamente
naturale. L’opposizione del passato, durante il grande boom postbellico e il periodo
critico degli anni ’70 e ’80, era semplicemente un aspetto della riproduzione
del capitale e della crescita produttiva, e nessuno dovrebbe piagnucolarci sopra
sospirando pateticamente il suo ritorno. Il nulla è un punto di partenza molto ricco
di prospettive e, soprattutto, infinitamente migliore di quello che esisteva prima,
finito giustamente in malora.


Per ricevere la rivista basta contattare


martedì 26 agosto 2014

dove sono i nostri


Non basta trovarli. Bisogna capirli!
Clash City Workers, Dove sono i nostri.
Lavoro, classe e movimenti nell’Italia della crisi, La Casa Usher, Lucca, 2014. Pp. 202, € 10.

dino erba, 2014

lunedì 9 giugno 2014

Riflettendo su "Capital" di Piketty, di David Harvey

riceviamo e pubblichiamo



Riflettendo su "Capital" di Piketty

di David Harvey

 

 





Pubblichiamo la traduzione del commento di David Harvey al tanto discusso “Capitale nel Secolo XXI” di Thomas Piketty. Harvey, con spirito critico e un'impostazione di ragionamento marxiana, ha il merito di evidenziare l'erronea concezione di capitale secondo Piketty – il capitale non viene inteso come processualità relazionale – e le contraddizioni che ne scaturiscono. 

mercoledì 28 maggio 2014